26 luglio, a Sadurano gran finale della Rassegna Sadurano Serenade

PPT DON DARIO 1 step Archivio.pdfMercoledì 26 luglio, presso la Chiesa di Santa Maria Assunta in Sadurano si svolgerà l’evento conclusivo del festival Sadurano Serenade, manifestazione organizzata unitamente dalle Associazioni Amici di Don Dario e Mozart Italia di Forlì. Lo spostamento al mercoledì rispetto ai giovedì sera della rassegna non è casuale, ma denso di significati: il 26 luglio, infatti, è il secondo anniversario della scomparsa di don Dario Ciani (nella foto), ispiratore dell’iniziativa e grande amante dell’espressione musicale. Sul colle di Sadurano prenderà vita, quindi, un’iniziativa a tutto tondo per ricordare il sacerdote scomparso e tenere viva la fiamma delle sue intuizioni in ambito sociale e artistico. Il programma prevede alle ore 18,30 la S. Messa concelebrata in sua memoria, presieduta dal Vicario generale della diocesi di Forlì-Bertinoro mons. Pietro Fabbri, che sarà seguita dalla premiazione dei vincitori del 2°concorso di pittura “Don Dario Ciani: come le note diventano colore”, riservato alle opere prodotte dai detenuti del Carcere di Forlì, quale naturale conclusione del laboratorio artistico curato dal maestro Alvaro Lucchi. Interverranno all’evento Palma Mercurio e Nicoletta Toscani, dirigenti della Casa Circondariale forlivese.

Dopo il buffet offerto a tutti i presenti, alle 21,00 prenderà vita il concerto conclusivo di Sadurano Serenade, che vedrà come protagonisti Davide Zavatti (violoncello, oltre che fondatore di Sadurano Serenade) e Heide Müller (arpa): si tratta di una particolarissima esibizione musicale, alla quale, per esplicita richiesta dello stesso Zavatti, alcuni presenti potranno ascoltare le melodie proposte distesi a fianco del violoncello. Il programma prevede QuoVadisBach (Decelerazioni musicali sulle Suites di J.S.Bach) e Seelestial (I segreti delle tonalitá musicali nel corso dell‘anno come respiro della Terra e risonanza del cosmo sull‘anima con musiche di Raphael Simčič su testi di Rudolf Steiner.

Davide Zavatti, nato a Forlì, è stato allievo di Leonello Godoli e si è perfezionato con Rocco Filippini, Franco Rossi ed il Quartetto Amadeus. Ha tenuto concerti a Roma, Arena di Verona, Milano, Parma, Londra, Budapest, Atene, Berlino, Lipsia, Lussenburgo, Musikverein Vienna, Mozarteum di Salisburgo. Dal 1990 svolge anche attivitá di design, grafica, fotografia e concetti creativi. Sviluppa progetti che cercano di dare impulsi per il futuro, come ad esempio il Concerto SeConDario, il progetto Musae Musicali, il Sentiero SeConDario e BachDonau, Abbraccio SeconDario. Ha partecipato a laboratori di sviluppo musicale e sonoro con Manfred Bleffert e svolge ricerca nel campo della musicoterapia applicata all’arte.

Heide Müller, nata a Baden-Baden, ha studiato arpa a Mannheim e a Vienna. Importanti istituzioni ne hanno riconosciuto il talento e sponsorizzata negli studi: tiene regolarmente concerti in Germania e all’estero e ha suonato nella Carnegie Hall di New York, nel Musikverein di Vienna e nella Philharmonie di Berlino. È arpa solista dell’orchestra Jungen Philharmonie Wien e insegna nella Scuola di musica di Vienna.

L’ingresso al concerto è a offerta libera. Info: ass. Amici di don Dario: tel. 0543.21900 – amicidisadurano@cssforli.it